In Viaggio con gli Arcani_ Reggia di Caserta

FelicitasMundi presenta un viaggio che unisce i luoghi di splendore e conoscenza con la lettura del percorso energetico della nostra tribù attraverso la lettura degli Arcani.

A cura di Francesca Shissandra

Per questa prima settimana di maggio ho tirato tre carte per la tribù di Felicitas Mundi dalla Reggia di Caserta! Non sarà l’unico luogo Vanvitelliano che ho in serbo per voi, anche perché ho potuto constatare quanto il famoso architetto abbia ben studiato i luoghi, e nelle sue strutture c’è sempre un riferimento all’elemento acqua.
L’acqua è ciò che unisce, e per questi giorni di Beltane che rinnovano la promessa di abbondanza, ho voluto guidarvi qui, raccogliendo anche l’avena proprio avanti alla Reggia e compiere la Cerimonia di Beltane, intrecciandola con una monetina!
La lettura è molto luminosa! Siamo ai colpi di coda di un lungo ciclo di comprensione, e prima di chiuderlo definitivamente è necessario recuperare dalla memoria molti ricordi e guardarli nuovamente con occhi diversi, con una prospettiva rinnovata nella propria resurrezione.


Questa volta osservare il passato sarà una sorta di sguardo dall’alto, come dice Charlie Chaplin: “la vita è una tragedia se vista in primo piano ma una commedia se vista in campo lungo”. Ciò darà la possibilità di capire molte più cose, e anche di lasciare andare l’attaccamento a vecchie dinamiche che ormai non fanno più parte di questo nuovo modo di essere che sta emergendo, è scalciante. Tutto è profondamente rivoluzionato, la resistenza a questo cambiamento è pressoché inutile, nonché poco durevole ancora, si sta indebolendo il marcio, siamo nell’Era delle grandi scoperte.
La carta del Giudizio è bellissima, poiché è sintomatica di un risorgere, e di prendere decisioni importanti d’ora in avanti che abbiano un’angolazione molto diversa da quella che abbiamo avuto fino ad ora; una sorta di planare che ci dà la possibilità di esplorare nuove vie, nuove opportunità, di creare qualcosa che risvegli la nostra passione. Tale fuoco di creazione non può non appagarci totalmente, dovremmo seguire sempre quell’istinto, proprio come fanno le erbe quando salgono sempre più alla ricerca della luce, si ergono e divetano forti.
Le scelte talvolta si spianano, vengono da sé, il vero coraggio sta nel saperle accettare senza lasciarsi intrappolare dal filo spinato dal passato, poiché non sempre sembra semplice considerare di poter compiere quei cambiamenti seguendo la scintilla. Nella vecchia concezione di sé, si crede sempre troppo poco a quella fiamma, così evanescente fino a quando non ci si avvicina. Nel momento in cui si “gioca un po’”, si scopre il potenziale del fuoco. È il momento propizio per dare il via alla combustione per poter arrivare a uno degli ultimi step alchemici, la materia.
Indietro non si torna, il che significa che abbiamo gli elementi giusti per poter procedere verso un obiettivo di realizzazione che possa realmente soddisfarci e che parta proprio da un rinnovato senso di libertà.


Al di là di ciò che si palesa intorno a noi; come dico sempre, cosa siamo noi levandoci tutto ciò che abbiamo? È da quell’essenza di noi stessi che dobbiamo ripartire, smontando vecchi schemi, atteggiamenti, pensieri che ormai non fanno più parte della nostra frequenza. Ognuno con i suoi tempi, ma ci arriveremo tutti, è inevitabile, ormai siamo già Oltre.
Con tutto il bene, per qualsiasi cosa, io CI SONO.


Un abbraccio da Francesca e dalla Tribù

Il viaggio tra gli Arcani è come lavorare in miniera. Scavare, attraversare fasi nelle quali si scolpisce e si delinea. Si trova l’oro, l’essenza pura che nascondevano i propri passi, ed allora è il tuo inizio.
Posso suggerire una strada per cercare quelle pietre preziose, il nostro lato migliore celato, gemme che sono dentro ognuno di noi e non aspettano altro che essere trovate.

Pubblicato da FelicitasMundi

Felicitas Mundi significa la felicità del mondo, a questa proposizione è stato aggiunto il sottotitolo, “il mondo che vorrei” e tutto l’insieme aspira ad un modello: UBUNTU. Ubuntu è un termine africano che richiama ad un’etica, ad un modello di vita basato sulla compassione e condivisione perché tutto il suo valore è racchiuso con potenza nella traduzione del significato: IO SONO PERCHE’ NOI SIAMO Suo ambasciatore è stato Nelson Mandela: «In Africa esiste un concetto noto come Ubuntu, il senso profondo dell’essere umani solo attraverso l’umanità degli altri; se concluderemo qualcosa al mondo sarà grazie al lavoro e alla realizzazione degli altri,»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: