Comunicazione essenziale: l’Internet del Sottosuolo


Durante il mio percorso ho sempre provato piacere nell’atto della comunicazione,una sorta di piacere effimero, apparentemente dettato dal gusto di esercitare tale facoltà.

Tutto sommato un gioioso chiacchierone (Gianni Musillo)

L’incontro con il mondo vegetale e con le sue meccaniche mi hanno pian piano suggerito alcuni “segreti” regalandomi per la prima volta silenziose consapevolezze.

Estrarre l’anima delle erbe in seguito, è stato per me un regalo prezioso,che ha nutrito il mio daimon ed il mio corpo.



L’opportunità di parlare con loro,e di loro, mi ha poi consentito di provare a imparare sempre meglio il mestiere dello speziale,ed addirittura di poter condividerlo con addetti ai lavori, o più semplicemente appassionati e neofiti che vengono a fruire le giornate di formazione che organizzo.

Una delle consapevolezze che più mi ha stupito del regno vegetale è appunto quella sulla loro maniera di parlarsi.


Questa infatti è una modalità sorprendente,una vera internet del sottosuolo fatto di ife fungine che trasmettono anche a lunghissima distanza,tra pianta e pianta, non solo le “comunicazioni di sorta”.

Ad esempio, quando c’è bisogno di oligoelementi di cui una delle due piante non dispone nell’immediato sottosuolo, se lo fa trasferire dalla prima pianta che ne dispone in abbondanza, stesso discorso vale per le droghe che possono vicendevolmente curare


Sogno e Strumenti


Luogo: Casa delle Erbe, Pomarico in Basilicata

Bosco di Lama Ferrara, con rudere in ristrutturazione che diverrà presto un centro polivalente.

Formatore: Gianni

Formazione

Tramando sulle erbe spontanee
Tecniche di distillazione di essenze spontanee, con focus sui balsami e sulle energie sottili delle piante
Cosmesi naturale
Profumeria naturale
Tecniche fitoterapiche
Tecniche di agricoltura organica


Olio essenziale di Lavanda

Supporta il sogno FelicitasMundi con una donazione

Pubblicato da FelicitasMundi

Felicitas Mundi significa la felicità del mondo, a questa proposizione è stato aggiunto il sottotitolo, “il mondo che vorrei” e tutto l’insieme aspira ad un modello: UBUNTU. Ubuntu è un termine africano che richiama ad un’etica, ad un modello di vita basato sulla compassione e condivisione perché tutto il suo valore è racchiuso con potenza nella traduzione del significato: IO SONO PERCHE’ NOI SIAMO Suo ambasciatore è stato Nelson Mandela: «In Africa esiste un concetto noto come Ubuntu, il senso profondo dell’essere umani solo attraverso l’umanità degli altri; se concluderemo qualcosa al mondo sarà grazie al lavoro e alla realizzazione degli altri,»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: